Scopri il Santo Graal del ballerino che ti farà divertire al sabato sera!


Intorno al Santo Graal e alla sua ricerca sono nate leggende, cicli cavallereschi (da quello della Tavola rotonda a quello di Parsifal).

Al misterioso calice sono stati attribuiti poteri sovrannaturali, sia di natura fisica (capacità di guarire da ogni male, di infondere la vita, di dare ricchezze immense) sia di carattere spirituale: solo i puri di cuore e di mente possono toccarlo e ricevere in questo modo la saggezza e la vita eterna.

Ma lo sappiamo, a noi ballerini non importa di vivere per sempre.

Ce ne sbattiamo dei guarire i nostri mali.

E la ricchezza immensa CI FA PROPRIO SCHIFO!

Noi vogliamo riuscire a fare quella cazzo di figura che tanto ci piace. Eseguirla bene e sentirsi in sintonia con la partner.

Che si fottano tutti gli altri super poteri, noi vogliamo ballare!

Se potessimo immaginare un Santo Graal per un ballerino principiante che si reca in sala da ballo a tentare di divertirsi, cosa ci verrebbe in mente?

Un calice che vi dà la forza di sopportare il vostro partner? Spero di no!

UN CALICE CHE VI DA LA SICUREZZA DI ESEGUIRE I VOSTRI PROGRAMMI (FACILI O DIFFICILI CHE SIANO) ANCHE IN UNA CLASSICA SITUAZIONE DI SALA DA BALLO.

STORIE DI UN’ORDINARIA SALA DA BALLO

Dopo settimane passate a provare e mettere a punto i movimenti della vostra sequenza di ballo arriva il fatidico momento, il test in sala da ballo.

Arrivate davanti alla sala da ballo, scendete dalla macchina che sembrate George Clooney e Julia Roberts da quanto siete perfetti, siete ricolmi di fiducia e buoni propositi, fino a che non aprite la porta che vi conduce all’interno della sala.

In quel momento si realizza in fronte a voi un immagine terrorizzante!

LA SALA E’ UN DANNATO FORMICAIO!

100/150 Coppie confinate in 200 metri quadrati di pista impegnati in una lotta senza esclusione di colpi!

-Coppie che viaggiano come Carri armati e non si fermano nemmeno se siete già in terra.

-Funamboli che viaggiano in controsenso.

-Il furbo di turno che passa nel mezzo alla pista con i drink per la sua tavolata di amici.

Manca soltanto uno che grida << acqua vitamineee’COCCOOOO>> con il suo cestino con il cocco a pezzetti e il quadro sarebbe completo!

Scherzi a parte, ballare in sala è molto più difficile che ballare a scuola.

A scuola tutto fila liscio. Siete tranquilli, avete spazio, potete riprovare la stessa figurazione più e più volte, tutto gioca a vostro favore.

In Sala da ballo tutto cambia. Per alcuni versi gestire le sequenze in sala è più complicato anche rispetto a gestirle in una competizione.

IL FATTORE AGGIUNTIVO DI DIFFICOLTÀ

In una competizione abbiamo il macigno psicologico di dover obbligatoriamente fare del nostro meglio per ottenere la massima performance.

In sala da ballo invece il clima è solitamente più rilassato.

Non abbiamo l’obbligo di dover esprimere tutto il nostro potenziale in due minuti, possiamo ballare più rilassati anche se qualcuno che ci giudica possiamo trovarlo anche li.

Quale è il fattore che rende la sala del sabato sera più provante di una competizione?

L’IMPREVEDIBILITÀ

In una competizione tutte le coppie hanno delle sequenze (insiemi di figure) più o meno simili, tutti rispettano determinate diagonali, tutti cercano di seguire lo stesso tempo musicale.

Insomma, essendo al massimo 15 coppie in una pista, tutto è per certi versi prevedibile.

In sala da ballo invece tutto è imprevedibile.

-coppie che non rispettano nessun tipo di direzione.

-persone in un determinata musica riescono a ballare 12 balli diversi.

-ognuno ha figurazioni diverse/inventate/folli.

E’ come salire su un ring convinto di combattere un match di pugilato e ritrovarsi a prendere calci e ginocchiate di tutti i generi!

IL BALLERINO CON IL SANTO GRAAL

Qual è insomma il santo Graal per un ballerino che vuole imparare a ballare con lo scopo di divertirsi al sabato sera?

Andiamo a scoprirlo assieme.

Deve essere composto da 3 principali caratteristiche:

1-Sapere sempre in che punto del programma ti trovi.

Quando in sala da ballo per mille ragioni ci troviamo costretti ad interrompere la nostra sequenza dobbiamo sapere esattamente dove siamo.

Cosa abbiamo fatto prima, e cosa dovremmo fare dopo.

SOLO IN QUESTO MODO non andremo nel panico.

Ovviamente questa cosa vale sia per il ballerino sia per la ballerina.

Si donne, la storia del: << è lui che mi deve portare>> ha rotto le palle. E’ una concezione del ballo che poteva andare bene negli anni 20’.

Tutti e due i membri della coppia devono sapere cosa gli aspetta subito dopo essersi fermati, altrimenti non se ne leva le gambe.

2-Saper entrare in qualsiasi momento nella base del ballo che stai eseguendo.

Vi capisco, voi volete fare le cose in grande.

Al momento che trovate una coppia sul vostro percorso vorreste eseguire due o tre “salti mortali” per evitare l’altra coppia con un tocco da vero Maradona della sala da ballo.

Il punto è che per fare una cosa del genere sono necessarie molte doti che voi (essendo principianti o intermedi) ancora NON POSSEDETE.

Volete fare una bella figura?

Ogni volta che trovate un intoppo dovete fare così:

-memorizzare dove siete e cosa avreste dovuto fare.

-entrate nella cosa più facile del vostro ballo/programma (la base).

-una volta scampato il pericolo riprendete il programma dal punto dove lo avete lasciato o da un punto ben preciso.

Un metodo semplice per inserirsi e imparare a ballare in una sala da ballo.


3-Abituarsi agli urti.

Io credo nelle vostre capacità, sono convinto che siete dei cazzutissimi funamboli e già riuscite ad usare a vostro favore i due punti descritti in precedenza.

Ma abbiamo ugualmente un grosso problema.

Vi ricordate quei giochi da Bar di qualche anno fa?

Si, quello dove c’era l’astronave che doveva scansare gli asteroidi che gli andavano incontro.

Non importa quanto voi foste bravi, alla fine arrivava sempre un punto dove un asteroide ti colpiva. Era solo questione di tempo!

In sala succede la medesima cosa! Anche se siete bravi troverete sempre lo sbadato che vi urta.

Per questo il 3° punto portante del Santo Graal è il saper resistere agli urti.

Un momento, non vi sto dicendo di indossare corazza e elmetto, sto solamente dicendo che dovrete imparare a non farvi distrarre troppo da un eventuale contatto con un altra coppia.

Nella maggior parte dei casi succede questo:

 

  • -si urta una coppia.
  • -ci fermiamo, ci scusiamo (se siamo educati a sufficienza)
  • ci stacchiamo, abbassiamo le braccia, incurviamo la schiena stile “gobbo di notre dame”

Adesso, messi in queste condizioni secondo voi avete delle buone prospettive per ripartire?

NO!

Quando battete dovete scusarvi, abbassare le braccia E STOP!

Si rimane belli tonici con la schiena (mantenendo la corretta verticale, tanto quella non da noia a nessuno) ci si concentra si rialza le braccia e VIA…si riparte!

FACILE A DIRSI PIÙ’ DIFFICILE A FARSI, per questo dovrete allenarvi molto su queste caratteristiche.

COME OTTENERLO?

Adesso dobbiamo solo capire come fare ad ottenere questo fantomatico santo Graal del ballerino di sala.

Se volete esser certi di trovare nel tempo il vostro Graal dovrete seguire questi 3 semplici (si fa per dire) punti:

1-Studiate con un buon Metodo.

Più le conoscenze che vi saranno date sono corrette ed adatte alla vostra situazione, più
riuscirete ad essere veloci nella ricerca del vostro “Graal”.

Altrimenti perderete tantissimo tempo nella ricerca e non sarete mai soddisfatti.


2-Rimanere concentrati su voi stessi.

<<ma c’è quel signore con il ciuffo biondo che se vede una coppia fa tre giri>>

Non guardate le coppie che in sala da ballo riescono con scioltezza a scansare tutti esprimendo sempre un ballo invidiabile.

Al 100% sono coppie che ballano da decenni. Magari praticano o hanno praticato gare dedicando ore e ore ad allenamenti volti a migliorare su determinati problemi.

3-Non stancatevi di riprovare.

Una volta che avrete capito i concetti alla base di questo “Graal per divertirvi in sala” dovrete solamente provare e riprovare per abituare la mente e il corpo a eseguire quello che voi saprete di dover fare.

Se pensate che basti sapere dove ripartire, oppure sia sufficiente fare la base all’improvviso per scansare, Via accorgerete subito che siete sulla strada sbagliata.

Adesso La strada è tracciata.

Vuoi una mappa dettagliata di come puoi raggiungere velocemente il tuo Santo Graal per poterti finalmente divertire in sala?

Consulta il nostro Blog www.archiviodanza.com

Vai sul sito www.sosdanza.com

A presto, e tornate a tuffarvi nell’archiviodanza.

 

Commenti

commenti

By |2019-06-16T16:24:09+00:0017 giugno, 2019|Danza Argomenti Generali|0 Comments

About the Author:

Ideatore e co-fondatore del marchio MarketingSpecifico. Esperto di comunicazione efficace e persuasiva, coaching e PNL, si occupa da tempo di molte tematiche collegate alla comunicazione in tutte le sue forme ed espressioni.

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.